Gestione dei Controlli: Importazione dati da anno precedente

Come abbiamo visto nella newsletter del 10/06/2016, in ogni modello dichiarativo è presente la gestione dei controlli che permette di avere sempre sotto “controllo” quelle operazioni da effettuare preliminarmente la compilazione del modello.

Nel modello Unico dello scorso anno sono presenti dei dati che devono essere riportati nel modello Unico 2016 – periodo imposta 2015. Grazie alla gestione dei controlli l’importazione di questi dati è automatica.

Quali dati possiamo riportare in automatico dall’anno precedente?

Dall’anno precedente, oltre ai dati che provengono dalla compilazione dei vari quadri, è possibile importare anche le scelte di abbinamento/disabbinamento conti eseguite nel dichiarativo dello scorso anno.

Importazione dati da anno precedente

Nel dettaglio, nelle varie applicazioni, sono importati dall’anno precedente i seguenti dati:

DICHIARAZIONE IRAP

  • Credito Irap 2014
  • Quote costanti dei contributi erogati in base a norma di legge conseguiti in precedenti periodi d’imposta oggetto di rateazione (solo per coloro che determinano il valore della produzione in base all’art.5-bis del D.Lgs.446/97)

UNICO SC

  • Componenti di reddito ripresi a tassazione negli esercizi precedenti, quali plusvalenze, sopravvenienze attive, contributi e liberalità
  • Gli interessi passivi del precedente periodo d’imposta non dedotti
  • Eccedenza di ROL riportabile
  • Saldo finale delle voci del “Prospetto del Capitale e delle Riserve” indicati in Unico 2015
  • Importi a credito del 2014

UNICO SP

  • Componenti di reddito ripresi a tassazione negli esercizi precedenti, quali plusvalenze, sopravvenienze attive, contributi e liberalità
  • Eccedenze a credito

UNICO PF

  • Componenti di reddito ripresi a tassazione negli esercizi precedenti, quali plusvalenze, sopravvenienze attive, contributi e liberalità
  • Eccedenze a credito
  • Altri dati

UNICO ENC

  • Componenti di reddito ripresi a tassazione negli esercizi precedenti, quali plusvalenze, sopravvenienze attive, contributi e liberalità
  • Eccedenze a credito

STUDI DI SETTORE E PARAMETRI

Componenti di reddito ripresi a tassazione negli esercizi precedenti, quali plusvalenze, contributi e liberalità, sopravvenienze.

Esempio

Supponiamo che la ditta Alfa S.p.A. nel periodo imposta 2014:

  • riporti i seguenti saldi finali dal “Prospetto del Capitale e delle Riserve” :
    • Capitale sociale – euro 54.344
    • Riserve di utili – euro 170.311
  • non abbia dedotto interessi passivi per euro 17.163

1.MascheraImportazioneDatiAP

Confermando l’importazione dei dati avremo i dati riportati in automatico in:

RF118 colonna 2:

2.ProspettoInteressi

Nella sezione “Prospetto del Capitale e delle Riserve”:

3.SAldi

Riporto abbinamento conti effettuati dall’utente da anno precedente

Nel predisporre il modello Unico l’utente può:

  • agganciare i conti da lui creati ad un rigo del dichiarativo
  • scollegare e riagganciare i conti GB su righi diversi rispetto a quelli proposti dalla procedura

Tramite questa procedura abbinamenti e disabbinamenti, sono riproposti in automatico dal software tramite il controllo: “Riporto abbinamento conti effettuati dall’utente da anno precedente”.

4.Importazioni

Nella colonna “Sorgente anno 2014” è visualizzato il rigo o la gestione dove è stato abbinato il conto l’anno precedente.

Nella colonna “Destinazione anno 2015” è visualizzato il rigo o la gestione di destinazione nel dichiarativo di quest’anno.

Il conto in oggetto è visualizzato  nella quarta colonna “Conto”.

La colonna “modifica” indica se il conto è stato aggiunto o sganciato dal rigo del dichiarativo.

L’operazione va confermata cliccando il pulsante “Riporta i conti personalizzati dall’anno precedente all’anno attuale”.

DB101 – DB111 – DB121 – DB131 – RIV/19

Prova il software senza impegno!