Redditi Enti non Commerciali 2019: rilascio applicazione

Redditi Enti non Commerciali 2019: rilascio applicazione

L’Agenzia delle Entrate con il provvedimento n. 23572 del 30 gennaio 2019 ha approvato il modello e le istruzioni della dichiarazione Redditi Enti non Commerciali 2019 anno imposta 2018.

Effettuando l’update del software da oggi è disponibile l’applicazione Redditi Enti non Commerciali 2019.

Modalità di presentazione

La dichiarazione Redditi Enti non Commerciali deve essere presentata per via telematica, direttamente dal dichiarante o tramite un intermediario abilitato.

Termine di presentazione

Il modello Redditi Enti non Commerciali deve essere presentato entro il 30 settembre dell’anno successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta, salvo eventuali proroghe.

Principali novità

Di seguito elenchiamo le principali novità apportate al modello Redditi ENC 2019.

Frontespizio

  • Nel riquadro “Tipo di dichiarazione” sono state eliminate le caselle “Studi di settore” e “Parametri” ed è stata inserita la casella “ISA”.
  • Nel riquadro “Visto di conformità” è stata inserita la casella “Esonero dall’apposizione del visto di conformità” che deve essere barrata dai soggetti che applicano gli ISA e sono esonerati dall’apposizione del visto di conformità.

Quadro RF – Reddito d’impresa in regime di contabilità ordinaria

  • Nel rigo RF1 sono state eliminate le caselle “Studi di settore: cause di esclusione”, “Studi di settore: cause di inapplicabilità” e “Parametri: cause di esclusione” ed è stata inserita la casella “ISA: cause di esclusione”, che deve essere barrata dai soggetti per i quali operano cause di esclusione dall’applicazione degli Indici sintetici di affidabilità fiscale.
  • Il rigo RF2 è stato rinominato in “Componenti positivi annotati nelle scritture contabili (ISA).
  • Nel rigo RF12 è stata inserita la colonna “ISA” per indicare gli ulteriori componenti positivi rilevanti ai fini del miglioramento del proprio profilo di affidabilità nonché per accedere al regime premiale.
  • Tra le “Variazioni in aumento (RF31)” è stato inserito il codice 63 per indicare le plusvalenze non tassate nei precedenti periodi d’imposta e che devono essere recuperate a tassazione.
  • Il quadro e le relative istruzioni sono stati aggiornati in funzione delle modifiche apportate alla disciplina delle perdite derivanti da attività esercitate in regime di impresa.

Quadro RG – Reddito d’impresa in regime di contabilità semplificata

  • Nel rigo RG1 sono state eliminate le caselle “Studi di settore: cause di esclusione”, “Studi di settore: cause di inapplicabilità” e “Parametri: cause di esclusione” ed è stata inserita la casella “ISA: cause di esclusione”, che deve essere barrata dai soggetti per i quali operano cause di esclusione dall’applicazione degli Indici sintetici di affidabilità fiscale.
  • Nel rigo RG5 – Ricavi non annotati nelle scritture contabili sono state eliminate le colonne “Parametri e Studi di settore” e “Maggiorazione” ed è stata inserita la colonna “ISA”.
  • Il quadro e le relative istruzioni sono stati aggiornati in funzione delle modifiche apportate alla disciplina delle perdite derivanti da attività esercitate in regime di impresa.
  • Nel rigo RG10 “Altri componenti positivi” è stato previsto un nuovo codice per indicare le plusvalenze non tassate in periodi d’imposta precedenti che devono essere recuperate a tassazione.

 Quadro RE – Reddito di lavoro autonomo derivanti dall’esercizio di arti e professioni

  • Nel rigo RE1 è stata inserita la casella “ISA: cause di esclusione”, compilata dai soggetti per i quali operano cause di esclusione dall’applicazione degli ISA (Indici sintetici di affidabilità fiscale).
  • Nel rigo RE5 “Compensi non annotati” è stata inserita la colonna “ISA”.

Quadro RQ – Altre imposte

  • Nel rigo RQ80 “Ulteriori componenti positivi ai fini IVA – Indici sintetici di affidabilità fiscale” devono essere indicati gli ulteriori componenti positivi non risultanti dalle scritture contabili, per migliorare il proprio profilo di affidabilità e per accedere al regime premiale previsto dalla disciplina ISA.

Quadro RN – Determinazione del reddito complessivo – Calcolo dell’IRES

  • Nel rigo RN15 “Oneri deducibili” è stata inserita una nuova colonna da utilizzare per indicare le liberalità in denaro o in natura erogate a favore delle Onlus, delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale, deducibili dal reddito complessivo netto nel limite del 10 per cento del reddito complessivo dichiarato.
  • Nel rigo RN20, colonna 5 “Detrazioni di imposta”, è stata inserita la possibilità di indicare la detrazione pari alla quota dei rimborsi erogati, a decorrere dal 1° gennaio 2019, dalle imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi, ai conducenti assunti con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, fino a un ammontare complessivo degli stessi non superiore a 1.500 euro (art. 1, commi da 291 a 293, della legge 30 dicembre 2018, n. 145).

Quadro RS – Prospetti comuni ai quadri RC, RD, RE, RF, RG, RH e prospetti vari

  • Il quadro e le relative istruzioni sono stati aggiornati a seguito delle modifiche apportate alla disciplina sul riporto delle perdite derivanti da attività esercitate in regime di impresa.
  • È stata inserita la nuova sezione “Aiuti di Stato”, per l’esposizione dei dati necessari ai fini della registrazione degli stessi da parte dell’Agenzia delle entrate nel Registro nazionale degli aiuti di Stato, previsto dall’art. 52 della legge 24 dicembre 2012, n. 234.

Modello Redditi Enti non commerciali 2019 GB

  • Eseguire l’UPDATE del software dal pulsante Update ;
  • Posizionarsi nella DITTA per la quale si vuole abilitare l’applicazione ENTI NON COMMERCIALI;

Le modalità di abilitazione dell’applicazione sono due:

  1. Se l’applicazione “ENTI NON COMMERCIALI” è stata già utilizzata nell’anno precedente, per abilitarla è sufficiente cliccare su ENC. Il software chiede se abilitarla per il nuovo anno con un messaggio. Rispondendo “Sì” sarà automaticamente abilitata, rispondendo “No” l’applicazione non sarà abilitata. Per abilitarla in seguito procedere come illustrato al successivo punto.

Redditi Enti non Commerciali 2019: rilascio applicazione - 1

  1. Dalla gestione “Applicazioni” apporre il check in corrispondenza di “ENTI NON COMMERCIALI” anno 2018.

Redditi Enti non Commerciali 2019: rilascio applicazione - 2

Nella guida online dell’applicazione REDDITI ENTI NON COMMERCIALI sono presenti le istruzioni per l’utilizzo del modello.

Redditi Enti non Commerciali 2019: rilascio applicazione - 3

DB111 – AP/12

Ascolta la news

Articoli correlati

Metti in pratica la news che hai appena letto! Prova DICHIARAZIONI FISCALI GB:

  • VERSIONE COMPLETA PER 15 GIORNI
  • ASSISTENZA DIRETTA DALLA CASA MADRE
  • PRESENTAZIONE PERSONALIZZATA
  • WEBINAR FORMATIVI