Informazioni e Preventivi06-97626328

Ricalcolo degli Acconti di Novembre 2013

immagine di copertina
Print Friendly

La nuova disposizione prevista dal decreto legge n. 76 del 2013, coinvolge in maniera estesa tutti i contribuenti e le aziende con l’aumento di un punto percentuale dell’acconto Irpef, Ires e Irap.

Con le modifiche contenute nell’art.11, commi da 18 a 20,  del DL76/2013 (c.d. DL ”Lavoro”) cambiano gli importi degli acconti di imposta per l’anno 2013. Per le persone fisiche e le società di capitali aumentano di un punto percentuale gli acconti passando rispettivamente da 99% a 100% e da 100% a 101% dell’imposta a debito.

SOGGETTI OBBLIGATI AL PAGAMENTO DELL’ACCONTO

IRPEF
Le persone fisiche che in Unico 2013 PF hanno compilato il rigo RN33 per un importo pari o superiore ad euro 52. Se l’acconto supera l’importo di euro 257,52  dovrà essere versato in due rate.

IRES
Le società di capitali e gli enti non commerciali che in Unico 2013 hanno indicato rispettivamente al rigo RN17 e RN28un importo pari o superiore ad euro 21. Se il versamento da eseguire alla scadenza della prima rata supera euro 103  dovrà essere versato in due rate.

IRAP
Le persone fisiche e le società o associazioni di cui all’articolo 5 del Tuir, che hanno indicato nel rigo IR21 un importo superiore ad euro 52; gli altri soggetti che hanno indicato nel rigo IR21 un importo pari o superiore ad euro 21. Se l’acconto supera l’importo di euro 257,52  dovrà essere versato in due rate.

L’aumento interessa esclusivamente la seconda o unica rata di novembre (versamento da eseguire entro il 2 dicembre perché il 30 novembre è di sabato), per cui sarà necessario:

  • ricalcolare l’acconto complessivamente dovuto sulla base delle nuove percentuali (100% per IRPEF e 101% per IRES);
  • sottrarre da tale ammontare l’importo versato a titolo di prima rata di acconto.

 Esempio – UNICO PF2013

  • Rigo RN33 pari a 1.000,00 Euro;
  • Prima rata di acconto versata pari a 396,00 € (40% del 99% di 1.000,00);
  • Seconda rata di acconto dovuta pari a 604,00 € (1.000,00 – 396,00).

 Passaggi da eseguire nel software per avere disponibile la nuova maschera per il RICALCOLO DEGLI ACCONTI Irpef o Ires e Irap:

A.   Eseguire l’aggiornamento ;
B.   Posizionarsi in Applicazione F24 anno 2013;
C.    Aprire la maschera ‘Riepilogo pagamenti dichiarazioni’;
D.   Aprire la maschera ‘3. Ricalcolo acconti’.

Il software verifica per ogni ditta:

  1. Quale dichiarazione è stata elaborata (PF, SP, SC, ENC, Irap);
  2. Che sia stato elaborato il primo acconto;
  3. Che sia stato creato il modello F24 del secondo acconto.

Al verificarsi delle predette condizioni la maschera ‘3. Ricalcolo acconti’ esegue l’operazione di ricalcolo dei secondi acconti 2013, in base alla disposizione prevista dal decreto legge n. 76 del 2013.

Per ogni dichiarazione elaborata sono presenti due punti:

1)    Acconti senza maggiorazione per i quali la procedura riporta gli acconti calcolati prima della maggiorazione.

2)    Acconti con maggiorazione per i quali il software ricalcola l’acconto in base alle nuove disposizioni previste dal decreto legge n. 76 del 2013.

Dalla funzione “Produci modello F24” la procedura crea il nuovo modello F24, contenete il ricalcolo del secondo acconto, che sostituisce la delega prodotta in precedenza.

Per maggiori chiarimenti rimandiamo alla guida online dell’applicazione F24.

DB101- LM/28

Lascia un commento

Devi essere Autenticato per inserire un commento

DICHIARAZIONI GB: il Software per Fiscalisti di ultima generazione.

PROVALO!
  • Prima di acquistarlo, vogliamo che lo provi GRATIS senza impegno!
    Ti offriamo gratuitamente anche la nostra assistenza!
Provalo!
Vantaggi
  • Scopri i vantaggi nell'adottare il Software per Fiscalisti DICHIARAZIONI FISCALI GB!
Leggi tutto
Caratteristiche
  • Scoprile Caratteristiche del Software per Fiscalisti DICHIARAZIONI FISCALI GB!
Leggi tutto